×
Info legali

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di 'cookie'. Queste informazioni, che potrebbero riguardare te, le tue preferenze o il tuo dispositivo internet (computer, tablet o dispositivo mobile), sono principalmente utilizzate per far funzionare il sito come ti aspetti. Puoi trovare ulteriori informazioni su come utilizziamo i cookie su questo sito e impedire l'impostazione di cookie non essenziali, facendo clic sulle varie categorie di seguito. Tuttavia, se lo fai, potrebbe influire sulla tua esperienza del sito e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Leggi la nostra Privacy

Scegliere il casco giusto: Peso e Centro di Gravità

By: Stefano Cariani In: Caschi Integrali On: Comment: 0 Hit: 152

La maggior parte dei motociclisti afferma che i caschi leggeri sono migliori di quelli pesanti, ma andiamo a scoprire insieme se è veramente così.

Di solito, i caschi considerati migliori sono quelli in grado di ridurre al minimo il fattore di trasferimento della tensione al collo.
Un casco con calotta in fibra di vetro pesa circa 1,4kg; il peso totale del casco è solamente uno dei fattori che possono contribuire a provocare tensione e affaticamento.

Mediamente, una testa umana pesa dai 5 ai 7 Kg. Anche nel caso decidessimo di utilizzare uno strumento di misurazione del peso preciso, come una bilancia, non ci sarà possibile determinare se questo trasferirà tensione al collo oppure no, perché in posizione verticale ed eretta il peso del casco ci sarà quasi indifferente, dal momento che, in tal caso, i centri di gravità di testa e casco saranno vicini; il discorso cambierà nel caso di posizione avanzata, come la posizione di guida sulla moto, durante la quale avvertiremo la tensione al collo, data dal peso del casco indossato.

 

Casco, peso e gravità

Quando indossiamo il casco in posizione verticale, i centri di gravità A, B e C sono allineati tra loro e non si percepirà molta differenza; in posizione di inclinazione avanzata, si noterà una differenza di carico o pressione tra A e B.  Se il centro di gravità del casco è nel punto A, la forza percepita al collo sarà molto maggiore rispetto alla forza presente quando il centro di gravità del casco è nel punto B.

Un altro fattore che può influire sulla tensione a livello del collo è dato da un difetto di vestibilità: nel caso di un casco troppo largo, si percepirà un carico superiore quando si volterà la testa per guardare ai lati o indietro, perché il casco non riuscirà a seguire perfettamente i movimenti della testa, continuando a muoversi per inerzia anche dopo che la testa si è fermata. Occorre dunque avere un casco dotato di vestibilità corretta, per ridurre la tensione sul collo, spesso causata anche dal sollevamento del casco provocato dal vento e dalla lunghezza del viaggio, che affaticano il collo.

Come possiamo capire se un casco provocherà tensione al collo?
Per scoprirlo, è fondamentale indossare il casco in posizione inclinata e scuotere leggermente la testa a destra e a sinistra.

Se il baricentro del casco è notevolmente superiore al centro di gravità della testa, la tensione percepita sarà notevole; a volte, troviamo caschi con calotta esterna a spessore variabile, generalmente più spessa in corrispondenza dei punti di test ECE, per soddisfare i requisiti di assorbimento dell’impatto, ma più sottile nei punti non soggetti ai test omologativi, cosa che permetterà al casco di avere un centro di gravità alto.

Nei casi in cui la calotta abbia un certo spessore e sia uniforme fino al bordo inferiore, il casco potrebbe essere percepito come pesante, ma il suo centro di gravità risulterà più basso, riducendo in tal modo la tensione al collo.

Comments

Leave your comment